Lizzano in Belvedere

Cane senza cibo né acqua, Enpa lo salva

Scheletrico, senza cibo né acqua e in mezzo ai propri escrementi, rinchiuso in un gabbiotto esposto alle intemperie a cui era legato con una catena al collo: in queste condizioni le guardie zoologiche dell'Enpa hanno trovato un cane di razza chow chow all'esterno di una ditta di confezioni gestita da cittadini cinesi al Macrolotto, quartiere industriale di Prato, che è stato sequestrato e affidato al canile. L'Enpa è intervenuta su richiesta della polizia municipale dopo la segnalazione di un cittadino. Sono in corso indagini per verificare la legale detenzione dell'animale nonché la provenienza e gli accertamenti amministrativi del caso. Del fatto è stata informata la procura di Prato che potrà procedere per abbandono e maltrattamento di animali nei confronti del proprietario. L'Enpa sottolinea che "il fenomeno dei cani di grossa taglia acquistati per difesa dai cittadini cinesi a Prato si sta espandendo ed è legato anche al bisogno di sicurezza degli imprenditori orientali".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie